Primi passi per comunicare

La versione italiana di questo testo è stata ripubblicata con qualche informazione in più, riferita all’uso che se ne può fare. Inserisco quindi la premessa, sufficientemente chiara.

“Questo libro può essere usato in modo diverso, a seconda dell’età del bambino e delle motivazioni per cui ci si appresta a giocare o a lavorare con lui. Può essere un semplice album da colorare, se vogliamo stimolare le sue abilità oculo-manuali e il riconoscimento cromatico. Oppure può essere il modo per aiutare il nostro alunno italiano o straniero e che sta imparando la lingua madre o seconda; è utile anche se il nostro piccolo paziente (in campo logopedico), non sa esprimersi e deve imparare a comunicare sempre più correttamente. Il libro infine, può essere utilizzato in classe prima e seconda elementare, quando è necessario avviare lo scolaro a comporre autonomamente, le prime semplici frasi scritte.

In tutti questi casi, si può procedere tenendo conto delle caratteristiche di questo libro.

Ogni pagina è corredata da disegni e parole. I disegni sono fondamentali perché rappresentano oggetti, animali, persone in situazioni varie, o mentre compiono azioni differenti. L’osservazione è la prima fondamentale esperienza della vita ed è ciò che vogliamo stimolare con le immagini: guidare a discriminare le varie forme e figure non è sempre semplice come si pensa. Coloro che si distraggono con facilità, non avranno una buona “lettura” delle rappresentazioni iconiche e grafiche. Proprio per questo non bisogna mai lasciarli soli nella lettura di questo speciale “album”.

Le rappresentazioni iconiche e grafiche predispongono alla verbalizzazione dell’adulto in lingua italiana, che all’inizio, chiederà semplicemente al suo alunno/paziente/figlio di ripetere; poi proverà a chiedere se ricorda, di nominare da solo gli oggetti, le persone, gli animali rappresentati. La presentazione delle prime parole segue le regole della composizione sillabica fondamentale e per questo il testo è  particolarmente adatto nei primi approcci con l’apprendimento della lingua; ma il libro è utile anche in prima elementare o nelle prime fasi di acquisizione del parlato in L2. Infatti, successivamente, la sequenza delle immagini permette di evidenziare il compimento di una o più azioni: è il momento di imparare alcuni verbi, quelli più frequentemente presenti nel comune linguaggio parlato. La composizione delle parole con i verbi consente di formulare le prime, semplici frasi. In questa delicata fase è importante non insistere ad arricchire l’enunciato minimo: solo dopo aver memorizzato nomi e azioni, si potrà passare alle successive fasi di ampliamento del periodo con aggettivi, pronomi, avverbi… Sarà soprattutto l’utilizzo delle preposizioni che permetterà di avviare, infine, ai vari complementi di luogo, di mezzo, di specificazione, eccetera.

Come si può capire, questo piccolo album non ha grosse pretese ma sicuramente può essere molto utile nel lavoro quotidiano di acquisizione del parlato e dello scritto in italiano.

Certamente nel Web potremo trovare molteplici immagini più belle e ricche. Ma di sicuro questo testo permette, rimanendo ancorati alla carta, il recupero di un contatto con il libro tradizionalmente inteso, oggetto essenziale di comunicazione fra persone.”

La versione ebook (totalmente gratuita) è stata per il momento sospesa: per mancanza di tempo non l’ho ancora ripubblicata. Chi ne desiderasse una copia, può scrivermi a farmeschin@gmail.com e gliela invierò volentieri. La versione a stampa è acquistabile qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *