La WiiLD, la Matematica e altre cose

Una serie di interventi sull’uso della tecnologia per la matematica in particolare…ma il mio pensiero è altrove:  su WiiLD, in particolare, sistema che appare semplice ed economico per fare artigianalmente una  lavagna interattiva multimediale. In pratica, con il telecomando della Wii, una penna luminosa, una lavagna bianca ed un videoproiettore è possibile costruirsi un qualcosa di molto simile alla lim per un modico prezzo di 100 € circa. Mi mostrano il funzionamento: il gruppo del Trentino che ci lavora, ha anche sviluppato una serie di software per le varie materie, che corredano il tutto. Credo però di capire che il tutto funziona con Linux, però il gruppo di “Wii libera la lavagna” mi fa notare che tutto il necessario può stare in una penna usb, quindi in uso anche col sistema operativo Windows. Adesso non mi resta che provare…dove trovare il necessario? In  un qualunque negozio di giochi elettronici! Staremo a vedere….

Continuo a “capitare” nella sala dei poster, dove si trovano il mio sull’Ecomuseo virtuale dell’Amiata e quello di Matheland, entrambi “provenienti” dalla piattaforma opensim di SecondLearning World dell’Ansas di Firenze (visto Andrea, come siamo bravi?? Ben due poster a Didamatica!!!) e con una certa sorpresa mi accorgo di aver presentato Matheland a Drivet, che presenta dopo le 17 proprio un progetto sulla matematica dall’interessante titolo “La cassetta degli attrezzi: oggetti e strumenti per fare matematica”. Mi domando cosa può aver pensato quando gli ho mostrato con entusiasmo, il tunnel dove i ragazzi del di Luisa, Maria, Roberto e Giliola si esercitano in quei pomeriggi divertenti dove entrano coi loro begli avatar dalla maglietta personalizzata (oh, però, potreste farne una pure a me…ché io non sono buona!!!!) .

Ritornando a Didamatica, aspetto la fine di questo intervento per ascoltare “Didattica con Game Marker”,  dove c’è anche il nome di Elena Favaron. La mia curiosità deriva, oltre dalla possibilità di conoscere Elena di persona, anche dalla mie prove sull’uso di Game Marker, realizzate qualche anno fa insieme agli amici di Folle-Mente: mi sentivo proprio imbranata nell’uso di un software che mi pareva rigido e antiquato, probabilmente per le mie difficoltà nell’uso.

ps: Elena era proprio davanti a me ;-) e a proposito di Game Maker il programma è molto più aggiornato, rispetto a quello che usavo io, ed ha anche un aspetto molto familiare. Magari ci riprovo, che dite?

2 comments

  1. max says:

    ciao Nico,
    bell’articolo!!
    Sono contento che la wiild ti sia rimasta in testa!!!

    Ricordati che se hai bisogno c’è sempre http://www.wiild.it e la lista,
    se hai bisogno ci trovi sempre!

    Ps
    funziona anche su win e Mac.. ma su wiildOs(linux) è meglio!!!!

    ciao
    max

    • admin says:

      Ciao Max, adesso devo trovare il necessario per mettere in pratica i vostri insegnamenti :-) e poi sicuramente mi farò viva. Grazie per la vostra disponibilità,
      Nicoletta

Lascia un Commento