Unity3D

Alla ricerca di notizie ed approfondimenti su  Unity3D, trovo un articolo chiarificatore del 7 luglio 2011 del “solito”, aggiornatissimo  Sapevo già della sua esistenza, ma non lo avevo preso in molta considerazione, ora però devo ricredermi, dopo le informazioni ricevute dalla Professoressa Daniela Di Marco (che mi ha concesso una piccola intervista, di cui parlerò presto).  Sembra proprio che questo tipo di piattaforme rappresenti il futuro del mondo virtuale. Consentirebbe un’esperienza molto più completa e raffinata di SecondLife stesso ed è addirittura scaricabile in iPhon e in iPad, il che supera forse ogni aspettativa, specialmente per coloro che avevano visto la mia “uscita” con Utilizzo didattico delle ricostruzioni archeologiche in Second Life un po’ esagerata: lì infatti parlavo della possibilità di avere anche negli eReader gli ambienti immersivi, quali strumenti utilizzabili nella didattica, come del resto già altri software …  Ricordo che Scuola3d, Second Learning World ecc…sono in fase consolidata sperimentazione didattica e potrebbero essere mezzi  forse più potenti e con maggiori potenzialità , dal punto di vista educativo, potenzialità che siamo tutt’oggi a verificare. Riguardo ancora a Unity3D però, la complessità del sistema cui do un’occhiata un po’ superficiale mi scoraggia. Ho visto usare questi ambienti ai miei giovani figli che ci giocano online con i loro amici e in effetti il realismo che li circonda è molto superiore ad ogni altra piattaforma 3d. Ma certo dovrò spendere del tempo per capirne di più il funzionamento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *